lunedì 5 aprile 2010

QUANT'E' LONTANA LA GERMANIA

«SUSSIDI TROPPO BASSI»
Welfare tedesco bocciato in tribunale

Il sistema di sussidi alla disoccupazione di lungo periodo chiamato Hartz IV, varata nel 2004 dal governo di sinistra di Gerhard Schröder, è stato smontato dalla Corte Costituzionale.

“Il tribunale di Karlsruhe ha stabilito che il sistema di calcolo di quanto versare a ognuno dei 6,7 milioni di beneficiari del sostegno pubblico è stato fissato arbitrariamente: non tiene conto del fatto che la Legge Fondamentale tedesca stabilisce che ogni cittadino deve avere mezzi sufficienti per una sussistenza dignitosa. È quindi incostituzionale.”

“Oggi, un disoccupato in Hartz IV riceve un sussidio di 359 euro (l' affitto è pagato dallo Stato attraverso un altro meccanismo) e per ogni figlio un ulteriore sostegno che varia dai 215 ai 287 euro a seconda dell' età del bambino (fino a 14 anni). Tre cittadini sono ricorsi alla Corte Costituzionale sostenendo che la cifra stabilita per i figli a carico è stata fissata come semplice percentuale di quella del genitore e quindi non tiene conto delle necessità reali dei bambini.
La Corte ha dato ragione ai ricorrenti e ha detto che in generale i calcoli dell' Hartz IV vanno rivisti: non ha stabilito che il sussidio va aumentato ma che va calcolato sulla base delle esigenze effettive di chi lo riceve. Il governo si è subito impegnato ad affrontare la questione e a risolverla entro il 1° gennaio 2011 come ordinato dalla Corte.
Il risultato sarà quasi certamente un aumento del beneficio, sicuramente di quello percepito dai bambini, che sono 1,7 milioni.”
Corriere della Sera, mercoledì 10 febbraio 2010

Quant’è lontana la Germania dall’Italia; con 359 euro al mese più l’affitto pagato, altro che bamboccioni; peccato che siamo in Italia e qui, non di rado, ammesso che si trovi , ci si può ritrovare con un contratto di lavoro a 500 euro lordi al mese (con cui bisogna anche pagare la casa); oltre alla casa però, troppo spesso ci si trova a dover pagare di tasca propria per servizi pubblici inefficienti.
Beninteso, anche in Germania ci sono servizi pubblici, che funzionano però; ciò dimostra che il “problema” non è che tali servizi siano gestiti dal pubblico ma che siano gestiti “all’italiana”.

Di rispetto dell’articolo 36 della nostra Costituzione però, non ne parla nessuno, anzi, sono in tanti, in troppi, a chiedere (chiederci) sacrifici da immolare sull’altare di una competitività sovente assurda ed impossibile, di un liberismo che rasenta il canNibalismo sociale che limita la libertà di milioni di lavoratori e cittadini e di un mercato manipolizzabile; detti elementi sono oramai assurti anche nei contesti più laici, a vere e proprie divinità e quindi, di valore anche morale, ben superiore alla nostra Carta Costituzionale.




0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page

Emanuele Mazzaglia

Crea il tuo badge